Translate

mercoledì 23 marzo 2016

Monumento 5 Giornate e Largo Marinai d'Italia



Percorso (Gmap)

Oggi visita a tema "patriottico".

Prima tappa: Piazza Cinque Giornate
Questa piazza è dedicata alle celeberrime Cinque Giornate di Milano: un'insurrezione avvenuta tra il 18 e il 22 marzo 1848 che portò alla liberazione della città dal dominio austriaco. 
Al centro della piazza sorge il monumento alle cinque giornate opera di Giuseppe Grandi. Si tratta di un obelisco in bonzo sul quale sono iscritti i nomi e cognomi dei dei caduti. 

Attorno all'obelisco ci sono 5 statue di donne che rappresentano le cinque giornate e un leone che ruggisce, simbolo del popolo risvegliato.

La prima donna, simbolo della prima giornata, batte con un sasso su una campana: ricordo dei campanili che il giorno dell'insurrezione suonarono a martello.
La seconda donna piange le stragi perpetrate sulla popolazione inerme durante la seconda giornata.
La terza donna è furente ed ha la fronte ferita sotto una benda: chiama alla lotta.
Le altre due donne sono rappresentate assieme avvolte nella bandiera: la prima sollevata per la speranza della vittoria e la seconda che suona la tromba a vittoria ormai compiuta.
In cima un'aquila che spicca il volo per portare la notizia al mondo.






Sotto al momunento si trova la cripta ossario: accoglie le spoglie dei caduti delle cinque giornate che prima si trovavano nella cripta dell'Ospedale Maggiore e furono traslati qui il 18 marzo 1895. 
La cripta è visitabile solo durante le cinque giornate di ogni anno (18-22 marzo) dalle 10 alle 18,30.











Seconda tappa: Largo Marinai d'Italia
Il nome del parco è Parco Vittorio Fomentano (fondatore dell'AVIS) e fu costituito nel 1969 dove sorgeva dal 1911 il mercato ortofrutticolo.L'area era prima occupata da un fortino austriaco oggetto di scontri durante le Cinque Giornate.
Il progetto iniziale era dell'architetto Luigi Caccia Dominioni ma fu pesantemente ridimensionato in corso d'opera.
Nel parco possiamo ammirare la fontana dedicata ai marinai caduti durante la Seconda Guerra Mondiale opera dello scultore Francesco Somaini.



Sempre nel parco sorge una bellissima Palazzina Liberty che ospitava il bar centrale del mercato.