Translate

martedì 20 ottobre 2015

Gorla

Oggi brevissima gita. Una sola tappa: il quartiere di Gorla.

Questa passeggiata tocca uno dei punti più dolorosi della storia di Milano, quello dell'omonima strage.

La Strage di Gorla.


Il 20 ottobre 1944, durante la seconda guerra mondiale, il quartiere di Gorla fu oggetto di una sanguinosa azione di guerra aerea: un bombardiere statunitense, durante un'incursione diurna, sganciò sull'abitato di Gorla le bombe destinate a colpire alcuni stabilimenti industriali.
La missione, per una serie di errori e problemi, venne annullata. Il carico di bombe, ormai tutte innescate, impediva, per ragioni di sicurezza, l'atterraggio del bombardiere alla base; il comandante, invece di liberarsi del carico sganciando le 342 bombe da 500 libbre durante il viaggio di ritorno sulla campagna cremonese o sull'Adriatico, decise di disfarsene immediatamente, facendole cadere sul centro abitato sottostante.
Alle ore 11.29 gli abitati di Gorla e Precotto furono investiti da quasi 80 tonnellate di esplosivo. Le vittime, in gran parte civili, furono numerosissime, e uno degli ordigni colpì in pieno la scuola elementare. L'errore costò la vita di 184 bambini e 19 adulti.
Il comune di Milano ha realizzato sull'area dove sorgeva la scuola a un monumento alla memoria dei Piccoli Martiri, opera dello scultore Remo Brioschi. Nelle vicinanze, a memoria di tale tragedia, è stato istituito il Museo della Pace.


informazioni pratiche per la visita alla cripta

 Per alleggerire l'animo, un piccolo giro sulla pista ciclo-pedonale che costeggia il naviglio Martesana