Translate

martedì 22 luglio 2014

Da Largo Cairoli a via Montenapoleone


L'itinerario di oggi parte da Largo Cairoli, fermata della M1. Si procede per via Cusani, dove su un palazzo ho trovato questi due bei leoni:
Prima tappa: Piazza del Carmine  
Questa piazza, in piena zona Brera ospita la chiesa omonima: Santa Maria del Carmine. La chiesa fu costruita dai Padri Carmelitani insieme al loro convento. Seguirono crolli e rifacimenti successivi, la chiesa attuale fu terminata sotto la guida dell'architetto Pietro Antonio Solari, lo stesso del Duomo. La facciata in stile noegotico, invece, è opera di Carlo Maciachini, lo stesso del Cimitero Monumentale. Purtroppo a quest'ora la chiesa era chiusa, così l'ho ammirata solo dall'esterno.
Piazza del Carmine, sullo sfondo Santa Maria del Carmine

mosaico sul portale centrale di Santa Maria del Carmine: Madonna in trono fra San Simone Stock e un angelo

il monogramma mariano presente sulla strombatura del portale centrale
Sempre in Piazza del Carmine c'è il monumento "Il grande Toscano" di Igor Mitoraj
Il grande toscano di Igor Mitoraj

Seconda Tappa: Palazzo Cusani  
Percorrendo via Brera si raggiunge Palazzo Cusani. Si tratta di un palazzo seicentesco della famiglia Cusani. Venduto da Luigi Cusani per saldare i debiti di gioco divenne sede del Ministero della Guerra del Regno D'Italia. Attualmente è sede di rappresentanza della NATO a Milano.
Palazzo Cusani, la facciata
Sulla facciata laterale c'è un curioso portone decorato con due bassorilievi: 
armi antiche.....
... e armi moderne













Terza tappa: la Piazzetta di Brera 
Si tratta di una piccola piazzetta di fianco alla Pinacoteca,in questa piazza si trova il monumento a Francesco Hayez (l'autore de "Il bacio")




La piazzetta di Brera

Quarta tappa: la Pinacoteca di Brera 
Per ovvie ragioni di tempo la visita ha riguardato solo il palazzo ed il cortile interno. Il cortile è ricco di monumenti, il più importante, quello a Napoleone, non è visibile perchè attualmente in restauro.
Pinacoteca di Brera


veduta degli scaloni

il cortile interno



la balconata superiore


Quinta tappa: la chiesa di San Marco  
Alla fine di via Brera si arriva alla bellissima chiesa di San Marco.
La facciata, in stile neogotico, è frutto di un restauro del 1871 di Carlo Maciachini che mantenne il portale a tutto sesto in marmo con architrave, una galleria di archetti gotici, il portale e le tre statue soprastanti.

la Madonna col Bambino fra i santi Agostino, Marco ed Ambrogio

statue di santi

il rosone




Purtroppo la chiesa era chiusa (apre soltanto alle 16) e così ho ammirato solo l'esterno. 
Imboccando via Borgonuovo si incrocia Via Fuori Oscuri, dove si trova l'antica farmacia di Brera ove lavorò e fondò la sua industria Carlo Erba:



Sesta tappa: Palazzo Moriggia  
Percorrendo via Borgonuovo si trova Palazzo Moriggia, sede del Museo del Risorgimento. Anche questa visita si è limitata al palazzo e relativo cortile interno. Palazzo Moriggia fu progettato nel 1775 da Giuseppe Piermarini a ridosso del vasto complesso di Brera. Già sede, in epoca napoleonica, del Ministero degli Esteri e, in seguito, del Ministero della Guerra, il palazzo, passato nel 1900 alla famiglia De Marchi, fu donato al Comune di Milano dalla moglie del celebre naturalista Marco De Marchi e in quell'occasione destinato a sede museale.



Settima tappa: via Montenapoleone
In fondo a via Borgonuovo ho trovato un bellissimo palazzo settecentesco di cui non so nè il nome nè la storia:
la facciata
scorcio del cortile interno


il soffitto dell'atrio
un batacchio




























Infine, appena prima di scendere in metropolitana, uno sguardo al monumento dedicato a Sandro Pertini (il monumento che i milanesi hanno soprannominato "la cabina del telefono")